L’Unica Guarigione Possibile

DI GIANPAOLO MARCUCCI

REIKI_A_DISTANZA_121_1

In molti dibattono oggi sul tema della guarigione spirituale.

Ci sono coloro che sostengono di essere guaritori, coloro che sostengono che la guarigione sia impossibile, coloro che addirittura si arrabbiano se si usa la parola guarigione perché sottintende l’esistenza di un qualcuno “malato di condizionamento”.

Facciamo chiarezza:

L’unica guarigione possibile è la guarigione del cuore ed è il cuore più calmo che guarisce il cuore più agitato.

Di fronte ad una persona più libera di noi, più in pace, più serena, a prescindere da quale sia la sua azione o parola, se siamo attenti possiamo percepire un effetto di alleggerimento della nostra attività mentale disfunzionale.

La funzione del Maestro, del Guaritore, fino a quella dell’amico più in armonia di noi che ci fa piacere vedere perché ci mette calma, è quella di abbassare il nostro livello di difesa verso l’esterno ovvero il nostro livello di paura di ciò che abbiamo dentro, che abbiamo tenuto chiuso da anni e che vuole uscire.

La ferita del nostro cuore è solo la nostra attività di tenerlo chiuso per paura che qualcuno lo veda e che esso sia brutto. Dio, Buddha, Cristo, il Maestro si mostrano a cuore aperto in un mondo di cuori chiusi e questo è per la mente (la cui funzione è soppesare, valutare, incasellare il cuore) come un’esplosione elettromagnetica che manda tutti i sistemi di controllo in avaria. Il cuore è incontrollabile, la mente riconoscerà ciò e si inchinerà di fronte ad esso.

Osservando più in profondità è possibile vedere poi che non esistono realmente più cuori. Ogni singolo cuore è un’onda disegnata del battito dell’unico cuore che esiste, il cuore della fonte, il cuore di Dio. Detto in poche parole, la manifestazione, la realtà che percepiamo compresa quella che noi definiamo interiore, è il rullo di carta su cui compare l’elettrocardiogramma di Dio. E’ una rappresentazione a più dimensioni.

Non ci è possibile vedere questo grande cuore, percepirlo, ci è possibile solo percepire l’elettrocardiogramma, la manifestazione, le sue tracce, ovvero il processo nel tempo in cui tanti cuori vengono calmati da altri cuori fino a che i cuori saranno tutti in pace e condivideranno l’unica pulsazione.

In realtà la fonte è guarigione ferma. La sua espressione è la guarigione di un cuore nel tempo

A te è visibile solo la guarigione nel tempo perché tu sei guarigione. A te è visibile solo la linea dell’elettrocardiogramma, il tentativo di rappresentare il cuore, perché tu sei quel cuore, non la sua manifestazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...